La Finanziaria 2008 ha stabilito che la fatturazione nei confronti delle amministrazioni dello stato debba avvenire esclusivamente in forma elettronica.

 

Dal 6 giugno 2014 tale modalità è l’unica possibile per le Amministrazioni centrali quali Ministeri, Agenzie fiscali, INPS, INAIL, Casse di Previdenza, ecc. e dal 31 marzo 2015 per tutti gli altri.

Oltre agli adempimenti necessari per l’invio del documento (adozione del tracciato Fattura PA, compilazione del documento in formato XML, gestione CIG e CUP, firma digitale dello stesso ed invio tramite PEC) il vero scoglio è la conservazione dei documenti digitali a norma di legge. Infatti le fatture emesse debbono essere conservate secondo la norma di quanto previsto dal recente DPCM 3/12/2013, che contiene le Regole tecniche per la conservazione.

Ciò implica nominare un Responsabile della conservazione, utilizzare le infrastrutture di un ente accreditato e predisporre il Manuale della Conservazione.

3D informatica è rivenditore di soluzioni specifiche per la corretta gestione dell’intero processo. Contattaci per avere maggiori informazioni.

Avvia Webmeeting

Chiama in webmeeting il nostro consulente

 

Social & Video

Segui il canale YouTube di 3D informatica

Segui la nostra pagina Facebook